strutture_anatomiche_microscopiche

Chandelier cell

È un interneurone, cioé serve da collegamento tra neuroni piramidali.

la sua sinapsi è sinapsi GABA-ergico (frequentemente inibitoria)

Si ipotizza utilizzi sinapsi inibitorie GABA, ma potrebbe avere anche sinapsi eccitatorie. In ogni caso realizza una connessione sinaptica ASSONE-ASSONE

Emette velocemente spike perché si attacca alla parte iniziale degli assoni dei neuroni piramidali

https://en.wikipedia.org/wiki/Axon#Initial_segment

Pattern

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2553849/

Osservazioni su neuroni umani del layer II/III hanno dimostrato che esistono circuiti neurali composti da neuroni piramidali, candelieri e canestro (basket cell) che si eccitano a catena, in modo sostenuto nel tempo.

Nella figura:

  • P = Piramidale
  • B = basket o canestro
  • C = Candeliere

I fattori determinanti che permettono l'esistenza di queste sequenze temporali (pattern) sono:

  1. forti connessioni 1:1, tra un neurone e un neurone. In tal caso è sufficiente l'impulso di partenza di un solo neurone ad eccitarne un altro e poi un altro… Nei ratti solo 1% di queste cellule ha tale forza di connessione sinaptica, mentre nell'uomo sono il 20% dei canestro e il 33% dei candeliere.
  2. Si alternano connessioni eccitatorie ed inibitorie

Domande senza risposta:

  1. esistono diverse tipologie di candeliere?
  2. le attivazioni dei neuroni non sono di tipo sincronizzato, ma sequenziale?
  3. è un caso particolare del cervello umano?
  4. anche se i candeliere nell'uomo hanno una struttura più complessa che nei topi, forse la vera differenza potrebbe essere nella capacità sinaptica di stabilire forti connessioni.

Il dibattito tra Cajaliani e Lorentiziani su quali siano le caratteristiche che rendono l'uomo diverso dal topo è ancora aperto.

Una differenza ci sarebbe:

  • neurali/neurone_candeliere.txt
  • Last modified: 2018/04/25 07:55
  • (external edit)